Cosa desideri trovare?

SEO web per “meno addetti ai lavori”

Studio Netiquette / Avvio  / SEO web per “meno addetti ai lavori”

seo web per liberi professionisti

SEO web per “meno addetti ai lavori”

Di SEO web avrai già sentito parlare (avrai forse anche sentito dire che “il/la SEO è morto/a”… e Ti anticipo: non è così).
Per destreggiarTi in questo mondo, ho riepilogato 3 concetti in una guida pratica a misura di non professionista del settore (questa).
Qui, nelle prossime righe, invece, Ti propongo di fare insieme il passo successivo.

Ti propongo di avvicinarTi alla comprensione di un vero e proprio intervento di SEO: così, a fine lettura, potrai

  • avere una panoramica delle azioni possibili in questo ambito
  • valutare in modo più consapevole le voci del preventivo SEO per il Tuo sito web/blog professionale
  • preparare i contenuti per il Tuo sito web/blog in ottica SEO
  • migliorare quanto vuoi pubblicare o già hai pubblicato sulle Tue pagine web.

Per renderTi il tema il più possibile chiaro e, allo stesso tempo, aderente alla realtà, ho raccolto tutte le attività legate al/la SEO in 3 grandi tipologie: è una mia rielaborazione mirata per “meno addetti ai lavori di buona volontà che vogliono stare al passo con i tempi” 🙂 e contiene il cuore vero e proprio del/la SEO.

Allora,
tipologia di azione

n° 1 – SEO web dei contenuti

Alla base di un intervento SEO non c’è il Web: ci sono le persone. Quelle che desideri raggiungere, con i loro bisogni. E Tu, con i Tuoi.

Per questo ogni intervento che ha futuro parte da un piano, da una strategia – di marketing possiamo dire – che definisce  a monte cosa fai, chi sei, perché dovrebbero sceglierTi (lo scrivevo più nel dettaglio anche qui e qui), in cosa vuoi distinguerTi, come pensi che gli utenti cerchino per trovarTi?

Su questa base potrai allora creare

  • nome del dominio e di tutte le pagine del sito web/blog professionale
  • campo semantico con parole chiave
  • pagina delle condizioni di utilizzo, di protezione dei dati e di netiquette.

n° 2 – SEO web tecnico

Chiamo così sia quelle azioni che per lo più dovrebbe fare il creatore/lo sviluppatore delle pagine web sia alcune che, in certe sezioni, sarai Tu a compilare ogni volta che aggiorni le Tue pagine (sito o blog).
Comprendono

  • la scrittura e il tipo di codice, pulito e aggiornato (in primis responsive: ottimizzato per dispositivi mobili)
  • il tipo di piattaforma e gli aggiornamenti
  • i metadata – title, description e parola chiave – di tutte le pagine e delle foto
  • qualità del server e dell’hosting, velocità di caricamento delle pagine, …

n°3 – Ingresso di link

Un traguardo che potresti prefiggerTi è quello di avere una rete di link che rimanda al Tuo sito web perché più sono numerosi e validi (cioè in uscita da siti web a loro volta “sani” nella struttura e nel traffico), più affidabilità guadagnerà il Tuo sito web agli occhi di Google e a quelli degli utenti.

A questo proposito, però, si è sviluppata negli anni quella che si chiama “link building“: la costruzione decisa a “a tavolino” – e portata avanti mediante pagamento, baratto, ecc… – di reti di siti web che rinviano a un sito web al fine di portargli quella visibilità agli occhi di Google che solo molti link in entrata possono dargli in poco tempo.

Ma non è una pratica naturale né sana: il gioco dura poco perché Google, una volta scoperta l’azione truffaldina, dà il via alle sue penalizzazioni.

In conclusione,

la classificazione del SEO web in queste 3 categorie

serve a darTi una panoramica delle attività che danno vita a una strategia SEO utile a far trovare i Tuoi contenuti dagli utenti.

Per importanza, le prime 2 sono indispensabili. L’ultima – quella dei link – è per certi aspetti auspicabile, ma non centrale, per certi altri una scelta di investimento se curata attraverso le relazioni – anche offline – e non attraverso la link building.

Puoi scegliere di investire in ogni tipologia a più livelli in base agli obiettivi che hai deciso di raggiungere attraverso le azioni SEO: in base a questo

potrai valutare anche meglio il budget da investire.

Conta che nella pratica il lavoro è più articolato di queste 3 tipologie, loro stesse non hanno confini netti, ma spero che la lettura di questa guida Ti sia servita a fare più chiarezza sul tema di cui forse in giro avrai sentito/letto/ascoltato, ma che di fatto spesso rimane confuso… percepito e/o venduto quasi come magico 😉

Sul mondo del/la SEO web utile nella Tua libera professione “meno addetta ai lavori” scriverò presto un’altra guida: sarà l’ultimo passo, quello “dalla teoria alla pratica“.
Ti permetterà, infatti, di ottimizzare anche in autonomia alcuni aspetti degli articoli del Tuo blog e delle pagine web del Tuo sito.

Intanto, Ti lascio all’introduzione di un, anzi, del 🙂 manuale di SEO che sì, ho letto anni fa, ma per la sua lungimiranza, trovo valido ancora oggi: qui il pdf.

A presto

 

SteFania di Studio Netiquette

Per la Tua #VitaDaProfessionista, oltre queste guide pratiche, trovi strumenti utili sulla pagina Facebook “Netiquette” @LaNetiquette

Nessun commento

Tu cosa ne dici?