Cosa desideri trovare?

Come lo chiami? Il naming

Studio Netiquette / Avvio  / Come lo chiami? Il naming

Il naming è l'ideazione del nome

Come lo chiami? Il naming

Il naming è l’ideazione e la scelta del nome: quello a cui ogni attività ha bisogno di pensare in fase di avvio di se stessa e della messa in commercio dei propri prodotti-servizi.
Tra gli infiniti esempi pensa a “Google“, “iPod“… o a questo 😉

esempio naming carta igienica Gran Finale

Anche nella libera professione serve il naming: oggi ancora più di ieri vista la concorrenza e visto il gran numero di mezzi di comunicazione, online e offline.
Grazie al naming infatti Ti rendi subito riconoscibile e “memorabile” – nel senso di memorizzabile 😉 – nel caos informativo e di canali (tra carta, social, motori di ricerca, radio, ecc…).

Ti serve un naming per Te e per i Tuoi canali web:

dominio del sito, del blog e pagine social

Potrebbe essere il Tuo nome e cognome, sì. Ma anche qualcosa di diverso: puoi provare a pensarci con gli spunti delle prossime righe.
Il naming, infatti, rientra in quel progetto di lavoro che si chiama “personal branding” (hai presente? In questa guida pratica puoi fare un breve ripasso per addentrarTi meglio nel contesto) ed è uno strumento che fa la differenza.

Il nome ha, infatti, 3 funzioni portanti: serve a farTi

  • riconoscere
  • distinguere
  • ricordare.

C’è chi crea nomi per mestiere: ma nella Tua professione penso sia essenziale che Tu ne possa creare uno solo: il Tuo 😉

Puoi provare a seguire 3 suggerimenti

per scegliere un naming

1.
Facile da memorizzare e difficile da confondere.
Preferisci per esempio parole semplici da scrivere o con assonanze orecchiabili

2. 
Coerente e significativo per la Tua professione e il modo in cui la svolgi.
Magari capace di includere o evocare un Tuo tratto distintivo.

3.
Idoneo per i mezzi di comunicazione sia offline sia online.
Quindi prova a evitare apostrofi, accenti, trattini, caratteri speciali (come la &) e parole lunghe lunghe.

Ora, nello specifico del naming web,

 come chiami il Tuo dominio?

Cioè l’url, il www.nomedelsito.it

Ti serve testare il nome che stai pensando di usare per la Tua professione anche online.
In questo caso è essenziale che

1.
Ci sia un dominio liberonon ce ne siano di troppo simili già attivi e affermati (anche se a volte la scelta del simile è una strategia)

2.
Il nome sia adatto alla scrittura web: cioè che non abbia apostrofi, lettere accentate, trattini e segni speciali (come Ti accennavo qualche riga fa)

3.
Sia utile per farTi trovare online in fretta da chi cerca e dai motori di ricerca.

Gli stessi suggerimenti valgono

per il naming sui social

A cui aggiungo una postilla (in particolare per Facebook).
A volte per i più svariati motivi non è possibile far combaciare in toto il Tuo nome e del dominio con quello delle pagine social.

Ti toccherà allora scovare un’alternativa valida: per esempio potresti scegliere di alterare “ilprofessionista” in “professionista“.

Se però non ci fossero cause di forza maggiore, prova a rendere il Tuo nome,

oltre che unico, univoco

cioè scritto sempre nello stesso modo, con le parole scritte nello stesso ordine e con le stesse minuscole-maiuscole.
Non è un dettaglio o un eccesso di precisione: alla base c’è la constatazione che, soprattutto online, una lettera o un articolo diverso possono confondere chi legge e , per errore, portare i Tuoi utenti sulle pagine di altri.
Meglio evitare, sei d’accordo? 😉

 

SteFania di Studio Netiquette

Per la Tua #VitaDaProfessionista, oltre queste guide pratiche, trovi strumenti utili sulla pagina Facebook “Netiquette” @studionetiquette

Nessun commento

Tu cosa ne dici?

20 − uno =