Cosa desideri trovare?

Esempi di “Mucca viola”

Studio Netiquette / Come fare  / Esempi di “Mucca viola”

pane a fette: mucca viola per seth godin

Esempi di “Mucca viola”

Ricordi che Ti ho presentato la “Mucca viola“?
L’espressione è di Seth Godin (professionista di marketing e autore del libro “La Mucca viola” appunto). Ne avevo scritto in una guida pratica (questa) dove Ti accennavo dell’importanza del personal branding per conoscerTi davvero e farTi conoscere.
La promessa con cui ci siamo salutati era quella di tornare sulla Mucca viola, questa volta con esempi pratici.
E ogni promessa… 😉

Parto allora dagli esempi che Seth Godin ha inserito nel suo libro, dove scrive che per lui straordinaria è stata l’idea

  • del pane a fette
  • del sale
  • della pagina pulita di Google
  • della vernice in un recipiente più comodo e leggero della latta.

Questi sono tutti esempi di mucche viola perché hanno creato per la prima volta qualcosa che non c’era e che ha fatto la differenza.

E a proposito di differenze, un altro esempio Te lo porto io.

Una mucca viola è

la forma della bottiglia del whiskey Jack Daniel’s: l’unica rettangolare.

© Jack Daniel’s

 

Un’altra è la scelta di formato – colore di alcune paste, come queste.

 

Pasta in colori e formati straordinari - Mucca viola

 

Un’altra Mucca viola è nel ritorno allo sfuso, alla vendita di prodotti alimentari sfusi, senza packaging, cioè senza imballaggio/confezione.

Insomma, lo straordinario è al tempo stesso

  • il fuori dal già esistente, da quello che fanno già gli altri
  • l’apprezzabile dall’utente.

Può essere nel prodotto/servizio, nel modo di svolgerlo, nella modalità di pagamento, nel suo nome, nella sua distribuzione.

Quando pensi alla quotidianità, qual è la Mucca viola che ha migliorato la Tua vita?
Qual è quella che ricordi come una novità davvero originale? O magari come una vera e propria svolta?
Qual è quella che ancora oggi Ti agevola nel lavoro?

E, soprattutto, hai pensato alla Tua Mucca viola?

Qual è quel quid che Ti distingue nella Tua professione?

Ti è molto utile pensarci in ottica di personal branding.

Perché la Mucca viola ha la capacità di creare un posizionamento – si chiama proprio così – nella mente delle persone, dei Tuoi già clienti o potenziali. Cioè “Tu sei quella persona che…”

La Mucca viola ha anche un’altra capacità:

quella di ricordare di tenerTi alla larga dalla tentazione di aumentare l’offerta dei servizi senza possederne la relativa specializzazione (nella convinzione – errata – di attrarre clienti).

N.B.
Se cadessi in questo errore infatti

  • daresti vita a un divario tra il Tuo modo professionale di lavorare su ciò che conosci molto bene e ciò in cui Ti stai “improvvisando”
  • susciteresti  una percezione di confusione e svendita, quella del “di tutto un po’”. Ma Tu andresti mai dal medico di base (che ha le sue competenze) per un’operazione al cuore?
  • impediresti di farTi trovare dai potenziali nuovi clienti che cercano il Tuo tipo di specializzazione. E una nicchia spesso vale più della moltitudine.

Il rischio è cioè di ottenere come risultati (infelici) quelli di
abbassare la percezione della Tua professionalità
– creare confusione nel Tuo posizionamento.

Non saresti più “la persona che…”, ma Ti perderesti tra i tanti.
E nel mondo “generalista” come farai a emergere? A distinguerTi?

Così incombe l’altra tentazione, quella – “pur di attrarre clienti” – di “stracciare” i prezzi del Tuo listino.
Con la conseguente percezione di svalutazione del Tuo lavoro e con l’inizio del circolo vizioso della gara a chi lo abbassa di più.

Ora mi fermo qui: pensi possa esserTi utile fare una pausa di riflessione su questi aspetti? 🙂
Credo davvero sia LA strada che permette di farTi notare tra la concorrenza e, al tempo stesso, di stare in sintonia con la Tua personalità e al passo con i cambiamenti nel mondo del lavoro.

Perché in fondo, la vita da professionista è proprio questo: una vita che tiene “interno ed esterno” in equilibrio.
Lo pensi anche Tu?

SteFania di Studio Netiquette

Per la Tua #VitaDaProfessionista, oltre queste guide pratiche, trovi strumenti utili sulla pagina Facebook “Netiquette” @LaNetiquette

1 A questo proposito

Tu cosa ne dici?