Cosa desideri trovare?

Bufale online e fake news

Studio Netiquette / Parole  / Bufale online e fake news

Contro Bufale online e fake news - Strumenti Studio web Netiquette

Bufale online e fake news

Se la riconosci, la eviti: così ho letto a proposito delle bufale online in un articolo su Focus tempo fa.
Tu sai riconoscere le bufale sul Web?

La sicurezza di leggere notizie vere e attendibili non è scontata, soprattutto quando quelle informazioni circolano sui social. Perché magari è una cara amica a condividere il post. O perché non ci soffermiamo troppo. O semplicemente perché risalire alla fonte ufficiale a volte è stato più difficile della risalita del fiume dei salmoni, concordi? 😉

Sia per lavoro sia per formazione (a 16 anni sono rimasta affascinata dalla gnoseologia), uso una serie di precauzioni per valutare le fonti e capita spesso di chiedermi: è vero?

E mi capita di dovermi soffermare di più per capire l’attendibilità di quello che sto leggendo.

Più facile è stata invece quella volta

in cui mi ci sono trovata direttamente dentro una bufala, di persona. Ricordo che mancava poco all’esame con il professore R., forse proprio l’ultimo esame prima delle vacanze estive. Un pomeriggio inizia a circolare la voce della morte di quel professore.
Le reazioni?

Ricordo che alcuni avevano iniziato a chiedere come fare per l’esame. Altri si erano messi a cercare informazioni sulla bacheca studenti online, altri sul sito dell’Università.
Il fatto è che, intanto, il passaparola era partito.

Ero tra le persone che avevano controllato il sito universitario.

E sì, la notizia della morte del prof. R. c’era. Eppure qualcosa non mi quadrava: ero convinta di averlo visto quella stessa mattina. Tra una riga e l’altra e un incrocio di link, ecco svelato l’arcano.

Sai cos’era successo?

Caso di omonimia: un suo collega prof. R. era realmente mancato. Invece il professore R. del mio esame era lì vivo e vegeto, pronto per entrare in classe per l’ultima lezione pre-esame.

Tutto sommato una bufala di questo genere ha vita breve. Sai perché?

Per almeno 5 aspetti

  • Il contesto di un corso universitario e non solo online
  • La grande attenzione e il grande attivarsi per capire la verità
  • La possibilità di indagare da vicino e di persona
  • La possibilità di reperire la fonte in modo facile e abbastanza rapido
  • Il non interesse a veicolare la falsa notizia.

Queste 5 condizioni ne hanno bloccato in fretta la diffusione.

Più difficile è invece con le fake news online

le false notizie, le bufale online appunto, perché, sul Web

  • e, in particolare, sui social media, la comunicazione/informazione è più distratta, più scorrevole, più veloce
  • anche via mail per esempio, tra una condivisione e l’altra alcuni elementi (tra cui le fonti), alcuni commenti, ecc… si perdono o non sono facilmente reperibili
  • una notizia condivisa da persone che conosciamo o su temi che ci interessano diventa in fretta virale. E ciò che è virale diventa vero (anche se falso).

D’altronde succede da sempre così con le leggende metropolitane: a testimonianza che il Web non è la causa. È solo uno strumento.

Ma soprattutto sai cosa Ti è utile sapere sulle bufale online?

Che notizie false diffuse per ingenuità a parte, “dietro ai fake, ossia le notizie false che circolano in rete, non ci sono solo dei buontemponi in cerca di celebrità, ma interessi economici e politici spesso rilevanti” – Focus

Di 2 categorie in particolare. Cioè persone e/o gruppi di persone (aziende, partiti, …) diffondono bufale online funzionali a

  • influenzare l’opinione pubblica, per esempio per screditare marchi o avversari politici
  • attirare traffico sul proprio sito per un guadagno pubblicitario (sono i “clickbait”).

A proposito di clickbait e dei siti web che guadagnano con le bufale, Ti rimando agli esempi dell’articolo del Sole24Ore: non ne ho riportati qui per evitare un’ulteriore diffusione 😉

Sulla Tua professione circolano bufale difficili da contrastare?

Se ce ne fossero di particolari di cui vuoi svelare l’infondatezza, la Tua testimonianza è benvenuta!

 

 

SteFania di Studio Netiquette

Per la Tua #VitaDaProfessionista, oltre queste guide pratiche, trovi strumenti utili sulla pagina Facebook “Netiquette” @LaNetiquette

4 A questo proposito

Tu cosa ne dici?