Cosa desideri trovare?

Viene voglia di leggerlo?

Studio Netiquette / Come fare  / Viene voglia di leggerlo?

voglia di leggerlo: leggibilità testi

Viene voglia di leggerlo?

Viene voglia di leggerlo“: questa è la caratteristica n° 1 a cui mirare quando prepari i testi – online e offline – nella Tua professione. Testi da leggere, cioè “pensati per essere letti”.

La leggibilità di un contenuto fa la grande differenza nella comunicazione: questo è il punto di partenza e di arrivo di questa guida pratica. Le prossime righe Ti sono utili per capirne in breve il perché e il come renderla in pratica in tutti i contenuti per la Tua libera professione.

Partiamo dal perché.

Ciò che scrivi (o fai scrivere) e pubblichi sul Tuo blog professionale, sulle Tue pagine social – e, in generale, su tutti i Tuoi canali di comunicazione – ha senso di esistere e di meritare le Tue risorse di tempo e denaro solo e soltanto se gli utenti hanno modo di fruirlo.

E la fruizione la rendi possibile soltanto se i contenuti – in primis significativi – allo stesso tempo invogliano, agevolano e rendono piacevole la lettura.

Infatti, Ti viene in mente quella volta in cui un testo fitto fitto, lungo, scritto in piccolo o con un carattere poco comprensibile Ti ha completamente fatto passare la voglia di leggerlo?

Chissà se per Te suona scontato o se forse non ci avevi ancora pensato abbastanza per i Tuoi testi.

Il fatto è che trovo molto spesso pagine web, mail, pagine social, articoli su carta e slide che hanno queste (disfunzionali) caratteristiche.

A volte mi sono imbattuta in testi scritti per intero in maiuscolo (quando anche la netiquette ci ricorda di evitarlo).

A volte scritti su sfondi o con colori che infastidiscono o impediscono la lettura.

A volte con righe talmente “appiccicate” che mi hanno scoraggiato dal proseguire anche quando l’argomento era di mio interesse.

Così, Ti suggerisco di fare attenzione a questi aspetti per ciò che pubblichi e Ti propongo alcuni modi per far sì che

ci sia la voglia di leggerlo.

Ti propongo di partire dalla cura di 3 punti chiave, di attenerTi cioè

  • all’usabilità per scrivere testi efficienti, efficaci e che creano soddisfazione. Qui puoi toccare meglio con mano
  • alle pratiche diverse e comuni legate alla destinazione dei testi per scrivere su carta o web. Di cui qui trovi una guida ad hoc
  • alla piacevolezza visiva che puoi rendere con la scelta del carattere (che font!) con cui scrivi, l’aria (interlinea, spazi, …) e i colori.

In questo modo potrai evitare di pubblicare contenuti che non invogliano la lettura, che stancano o infastidiscono gli occhi (o sono illeggibili per gli strumenti ereader usati da chi ha difficoltà visive).

Infine, colgo l’occasione per prendere in considerazione ancora

2 punti utili per la scrittura.

  • L’uso corretto della lingua con attenzione all’ortografia (qui le sviste più comuni)
  • La reperibilità dei contenuti. In particolare a proposito di quellionline, oltre e insieme alla leggibilità, è essenziale che siano anche “trovabili“. Dal motore di ricerca e dagli utenti.

P.S.

Su questo aspetto puoi dare un’occhiata alla guida pratica sul concetto di SEO.

Ora mi fermo qui e Ti saluto con un pensiero che trovo adatto per la comunicazione in questa #VitaDaProfessionista. È di Mujica (lui).

“Se sia forma o contenuto… io credo che siano entrambi.
Tu, popolo italiano, bevitore di vino, sai che il buon vino (contenuto) sta in una buona bottiglia (forma)”

(da “La felicità al potere“)

SteFania di Studio Netiquette

Ciao, sono Stefania Lovaglio, l'autrice di questa guida pratica. Altri spunti e strumenti utili per la #VitaDaProfessionista continuano sulla pagina Facebook “Netiquette” @LaNetiquette

Tu cosa ne dici?