Cosa desideri trovare?

Come scrivi dice chi sei – Identità visiva e immagine coordinata

Studio Netiquette / Avvio  / Come scrivi dice chi sei – Identità visiva e immagine coordinata

Font per l'identità visiva e in immagine coordinata - Studio web Netiquette

Come scrivi dice chi sei – Identità visiva e immagine coordinata

Com’è scritto il Tuo biglietto da visita, il volantino, il sito web, la carta intestata per la Tua professione?
Nel senso, con quale carattere tipografico – quale font?
Te lo chiedo perché è un elemento importante:

comunica molto e subito della Tua identità

È questione di impatto, prima ancora del contenuto: perché fa associare il messaggio – e quindi il suo autore – a serietà e formalità. A eleganza o trascuratezza. A familiarità e affidabilità. A professionalità e creatività. O, al contrario, a freddezza, incompetenza, imprecisione.

Ci hai già pensato?

Come puoi scegliere il font più adatto per la Tua professione?

In generale, è essenziale che il font (o la font a seconda delle scuole di pensiero) veicoli il Tuo stile: cioè che l’identità visiva rispecchi realmente quella della Tua professione. Per questo rientra negli elementi del personal branding: la definizione di chi sei e di cosa possa spingere gli utenti a sceglierTi.

Nella pratica, Ti suggerisco 3C per la scelta:

opta per un font

  • Chiaro = facile da leggere e comprendere
  • Coerente = idoneo per il Tuo tipo di attività
  • Coordinato = rispetto al resto della Tua comunicazione.

Ti suggerisco un simpatico sito web dove puoi fare un primo test. Clicca su ogni font, digita il Tuo nome e guarda la diversa resa.
Insomma, il font rientra a pieno titolo negli elementi essenziali di un piano di comunicazione visiva.

Così come rientrano a pieno titolo forme e colori del Tuo logo-marchio, delle Tue immagini, dell’arredamento della Tua sede. Tutti insieme creano la Tua identità visiva.
Ciascuno ”a braccetto” con l’altro, nel rispetto di una delle linee guida principali per un buon piano di comunicazione: crea l’identità visiva e rispettala con l’immagine coordinata. È ciò che aiuta a farTi conoscere e riconoscere tra tutti perché

sono elementi distintivi e di riconoscimento

capaci di trasmettere e suscitare associazionisensazioni.
Susan Weinschenk, soprannominata “The Brain Lady”, infatti, scrive nel suo libro: “Le persone decidono rapidamente su ciò che non è per loro affidabile.” […] In questo “I fattori di design come il colore, il carattere, il layout e la navigazione sono critici per superare la prima fase”.

La forma – squadrata o arrotondata, astratta o realistica, stilizzata o dettagliata – comunica molto della filosofia della Tua attività. Precisione, dinamismo o tradizione per esempio.

Quali colori per la Tua identità visiva?

Caldi o freddi? O entrambi? Intensi o tenui? E quanti? 1, 2, 3, multicolore?

Per il logomarchio, l’insegna, il biglietto da visita, il sito web della Tua attività questi aspetti rientrano nell’efficacia della comunicazione per far conoscere e riconoscere il Tuo nome.

In questo tipo di valutazione tieni ben conto anche il Tuo target, cioè i clienti – anche potenziali – a cui Ti rivolgi.

Da questo punto di vista, sono essenziali anche il mercato di riferimento e gli aspetti culturali. Questo perché il colore è tutt’altro che neutro, porta con sé significati che cambiano con il cambiare del contesto.

Per parlarne e saperne di più per la Tua professione, puoi contattarmi: ne vedremo di tutti i colori 😉

SteFania di Studio Netiquette

Per la Tua #VitaDaProfessionista, oltre queste guide pratiche, trovi strumenti utili sulla pagina Facebook “Netiquette” @LaNetiquette

6 A questo proposito

Tu cosa ne dici?